Problemi col vostro sito web? No.. niente!

Ip in Blacklisting

Controllo della buona salute degli ip, del nome a dominio, del servizio di posta

La blacklist non è altro che un elenco di entità (domini, ip, utenti, programmi) che non hanno accesso ad una data risorsa, nel caso di cui stavamo parlando, l'invio di una o più mail.

Comportamento sbagliato, da evitare e assolutamente errato: usare Outlook o un qualiasi client di posta elettronica o una qualsiasi web mail per l'invio di un messaggio elettronico massivo!

Strutturalmente Outlook ha un limite abbastanza alto di email giornaliere che si possono inviare (mi sembra 1500), ma in realtà i limiti sono altri!

Il Client di posta elettronica è solo la punta dell'iceberg, ma il messaggio che partirà dal tuo pc poi passerà un sacco di altri nodi prima di arrivare al server di destinazione che lo consegnerà al destinatario.

Quindi è bene sapere che quel fantomatico limite di 1500 email di cui abbiamo parlato prima, deve fare i conti con:

- il limite del server dell'account di posta di partenza

- il limite imposto da vari servizi antispam sparsi nel mondo a cui possono appoggiarsi i vari destinatari per proteggersi dallo spam.

Insomma, una volta superato soprattutto l'ultimo limite, vuol dire che si andrà incontro sicuramente ad un provvedimento internazionale che è il blacklisting. Cosa significa? significa che potrai comunque continuare a mandare messaggi di posta elettronica ma molto probabilmente questi finiranno nella cartella spam dell'utente destinatario e il tuo invito all'evento molto probabilmente finirà inosservato, come tanti altri messaggi di spam.

Come fare per evitare questo scenario?

La cosa più semplice sarebbe quella di scaricarvi nel vostro computer uno di quei programmini che inviano mail a tempo, cioè ne inviano 5 o 6 subito, poi aspettano 5 minuti e ne inviano altrettante e così via.

In realtà sono a sconsigliarvi la mossa più semplice in quanto, essendo la più semplice non può essere anche la più idonea.

In realtà è una procedura macchinosa e arcaica che comporta l'esportazione degli indirizzi email da un Client e l'importazione in un altro, preparare il messaggio e poi tenere il pc acceso finchè l'invio non è terminato. Alla faccia del risparmio energetico. Altro problema non indifferente, immagina, per assurdo naturalmente, se il tuo pc beccasse un virus e questo fosse predisposto per mandare email continuamente ai tuoi destinatari di posta registrati sui tuoi Client di posta. Ben presto anche senza volerlo ti troveresti blacklistato con gli stessi problemi sopracitati.

Quando invece hai un sito internet, si può creare una procedura per fare in modo che i tuoi clienti si iscrivano alla newsletter se vogliono essere informati degli eventi o delle novità della tua azienda, liberandoti anche dalla problematica della legge sulla privacy, in quanto un utente poi potrà iscriversi o disiscriversi dalla lista quando vorrà. Poi comunque dovrai scrivere la notizia, ma stavolta sarà il server che ospita il tuo sito web a preoccuparsi dell'invio temporalizzato della news lasciandoti spegnere il pc una volta che avrai concesso l'invio dei messaggi.

Tutto questo anche levandoti dalla problematica della blacklist.

Se sei interessato ad installare una procedura di newsletter nel tuo sito internet mandami un messaggio tramite il form a fianco.

Freelance Web Developer Padova

Non solo siti internet, ma applicazioni Web Based, Css3 e sviluppo mobile

Contattami per maggiori info